Associazione CataniaInsieme.

Progetto “Scuola di italiano per migranti” – anno 2020 – finanziato da 8x1000 Chiesa Valdese.

Dopo l’interruzione nel 2020 dei corsi in presenza, a causa della nota pandemia che purtroppo è tuttora attuale, quest’anno l’Associazione CataniaInsieme ha voluto proporre agli studenti della scuola di italiano per migranti la soluzione della didattica a distanza.

Hanno continuato a svolgersi in presenza solo le lezioni di doposcuola tenute da qualche anno a favore di alcuni alunni più giovani.

Per quanto riguarda invece i corsi per gli adulti, nonostante la abituale rotazione che ha sempre avuto luogo a causa di mutati orari di lavoro degli studenti, di loro spostamenti di sede o di altre contingenze, molti di coloro che frequentavano i corsi negli anni precedenti sono rimasti legati alla nostra scuola e ai docenti impegnati e pertanto si sono rivelati interessati alla continuità dell’insegnamento. E così in molti hanno aderito con entusiasmo alla nuova modalità di didattica.

Ad essi si sono aggiunti nuovi studenti che probabilmente per una sorta di passaparola sono venuti a conoscenza dell’iniziativa e hanno chiesto di essere iscritti. Sino in prossimità dell’inizio dei corsi abbiamo ricevuto richieste di inserimento, alle quali purtroppo abbiamo dovuto porre un limite data l’esigenza di non formare classi on-line troppo numerose.

Per favorire il migliore svolgimento delle lezioni, a coloro che non disponevano di un proprio computer con connessione internet, l’Associazione ha fornito un tablet in comodato d’uso gratuito con una sim.

Al momento, nell’imminenza dell’inizio della didattica, gli studenti iscritti sono 23, sono stati suddivisi in 3 livelli di conoscenza della lingua e andranno a formare 4 classi.

Quello che segue è un sintetico report statistico, i cui dati in linea di massima corrispondono a quelli degli anni precedenti, salvo differenze nelle provenienze (e nelle percentuali) che sono sempre state le più varie. Naturalmente tali dati si basano su informazioni dagli stessi studenti fornite e vengono qui esposti in forma aggregata e non nominativa.

Rispetto alla conoscenza della lingua italiana sono stati individuati tre livelli (A-0, A-1, A-2) all’interno dei quali sono stati raggruppati gli studenti.

Livello

caratteristiche

N studenti

A-0

principianti assoluti senza alcuna nozione della lingua; conoscono poche parole; incapaci di leggere e scrivere.

7

A-1

hanno capacità di: capire parole, nomi familiari e frasi molto semplici; usare espressioni semplici; compilare moduli con dati personali ecc..

9

A-2

Riescono a: leggere testi molto brevi e semplici; comunicare in uno scambio semplice e diretto di informazioni.

7

 

Tra gli studenti sono pressoché equivalenti numericamente la componente maschile e quella femminile.

La loro provenienza d’origine attualmente è per più della metà dallo Sri Lanka, poi da Filippine, India, Bangladesh, Marocco, Nigeria, Senegal e Guinea.

Circa la metà di essi si trova in Italia da 1 a 4 anni, alcuni da 5 a 10 anni e pochi (tre) da 10 anni in su (fino a 18).

Per quanto riguarda le età dei nostri studenti, esse vanno dai 14 ai 75 anni, con un gruppo di 11 fino a 30 anni, un altro gruppo di 11 da 30 a 55 anni e un unico caso di 75 anni.

Punto dolente è quello riguardante l’occupazione:

- i più giovani sono studenti e/o in cerca di occupazione o occupati in lavori saltuari;

- gli adulti, quando sono occupati, lo sono nei mestieri tradizionalmente assegnati ai migranti, come camerieri, domestici, badanti, agricoltori o altre attività manuali; questo per loro è un motivo in più per avviare o per migliorare la conoscenza della lingua italiana.

 

Gianandrea Paderni