CELEBRATA A CATANIA LA S.P.U.C. 2019

 

 

Celebrata il 21 gennaio 2019, presso la Chiesa Battista di Catania – viale Castagnola 6 – la “Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani “ ( S.P.U.C.).

 

SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

Quest’anno i testi per la “Preghiera” sono stati preparati dai cristiani dell’Indonesia: un insieme di varie confessioni che attualmente costituiscono il 10% della popolazione di questo Stato.

Questi nostri fratelli/ queste nostre sorelle hanno trovato nelle parole del Deuteronomio «Cercate di essere veramente giusti» (Deuteronomio 16:18-20) lo slogan che potesse parlare in modo vigoroso della situazione di tanti cristiani che nel mondo sono vittime dell’ingiustizia. ( 1 )

 

DOTT PIERO QUINCI -SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
DOTT PIERO QUINCI -SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

 

Ci viene ricordato  che solo uniti in Cristo saremo in grado di combattere l’ingiustizia e di offrire quanto necessario alle sue vittime.

La Chiesa è chiamata ad essere la primizia del Regno che accoglie anzitutto coloro che sono stati messi ai margini della società e calpestati nella loro dignità.

Ricordiamoci che è proprio l’ingiustizia causa di divisioni e dissidi e ci impedisce di concretamente di stare vicino a tutti coloro che sono vittime di violenza e abusi di potere. Le comunità cristiane, allora, diventano consapevoli della loro unità quando sanno trovare una comune risposta ad una realtà di ingiustizia in qualsiasi parte del mondo esse sono presenti.

 

 

SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

Erano presenti all’evento i rappresentanti istituzionali delle chiese e realtà ecumeniche della città:

la chiesa ospite;

la chiesa cattolica ( Arcivescovo);

la chiesa cattolica;

la chiesa Ortodossa del Patriarcato di Mosca;

la chiesa Ortodossa Rumena;

la chiesa battista di Catania, via Capuana;

la chiesa valdese;

la chiesa Anglicana;

l’esercito della Salvezza; la chiesa cattolica;

la comunità di S. Egidio;

la chiesa Avventista;

la comunità di S. Egidio;

pax Christi;

movimento focolari;

la chiesa luterana. ( 2)

 

Ovviamente, oltre ai rappresentanti istituzionale, erano presenti membri vari di ciascuna confessione. In tutto circa 80 persone.

 

COMPLESSO MUSICALE CHIESA OSPITE -SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
COMPLESSO MUSICALE CHIESA OSPITE -SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

La comunità ospite ha curato l’accoglienza, la liturgia ( particolarmente apprezzato l’apporto del complesso musicale ) e l’omelia ( centrata sull’azione dello Spirito Santo nella vita del credente e della chiesa ) condotta da V. Reina, pastore della chiesa.

 

Seguendo il testo proposto dalla Commissione ecumenica sono state effettuate delle letture bibliche tratte dall’antico e dal nuovo testamento.

Prima lettura:     Deuteronomio 16: 11-20; salmo responsoriale Salmo 82: 1-8;

Seconda lettura: Romani 12: 1-13;

Terza lettura:      Luca 4: 14-21.

 

SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

Pregnanti le espressioni di impegno per la giustizia, la misericordia, l’unità.

Come membra del corpo di Cristo:

- Ascoltiamo la sua chiamata

- Spezziamo la catena dell’avidità e viviamo in semplicità.

- siamo chiamati a proclamare la liberazione ai prigionieri e alle vittime di ogni forma di violenza, Aiutiamoli a vivere con dignità.

- siamo chiamati ad estendere l’ospitalità allo straniero. Gareggiamo a vicenda nel rispetto verso il prossimo

- siamo chiamati a proclamare l’evangelo all’intera creazione. Proteggiamo la vita e la bellezza del creato di Dio.

 

SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

L’animazione proposta dalla Commissione Ecumenica è stata tesa a rendere concreto il nostro impegno individuale ad operare insieme per la giustizia.

I presenti sono stati invitati a scrivere il loro personale impegno sul cartoncino che era stato loro consegnato: tenendo stretto al loro cuore il contenuto vergato hanno deposto il cartoncino nel cestino delle offerte ( posto ai piedi di una croce).

Successivamente ognuno ha ritirato dal cestino - in modo casuale - un cartoncino: ivi era contenuto l'impegno di un fr/sor presente alla cerimonia.

 

 

 

PASTORA SILVIA RAPISARDA-SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
PASTORA SILVIA RAPISARDA-SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

Infine è stato compiuto un gesto di solidarietà ecumenica a favore della Mensa di Solidarietà della chiesa ospite: la somma raccolta è stata di euro 240,00.

 

 

 

SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

( 1)

Con una popolazione di 265 milioni di persone, di cui l’86% si professa musulmano, l’Indonesia conta la più ampia maggioranza musulmana rispetto ad ogni altro paese. Vi è, però, un 10% di indonesiani costituito da cristiani di varie tradizioni. Sia per popolazione che per vastità del territorio, l’Indonesia è la nazione più estesa del Sud-Est asiatico.

 

Conta più di 17.000 isole, 1.340 differenti gruppi etnici e oltre 740 idiomi locali, e tuttavia è unita da una lingua nazionale, l’indonesiano bahasa. La nazione è fondata su cinque pilastri basilari chiamati Pancasila, con il motto Bhineka Tunggal Ika (Unità nella diversità). In questa diversità di etnia, lingua, e religione, gli indonesiani hanno vissuto secondo il principio di gotong royong che significa “vivere nella solidarietà e nella collaborazione”. Ciò implica il condividere tutti gli aspetti della vita, del lavoro, i dolori e le feste, e considerare tutti gli indonesiani come fratelli e sorelle.

 

PAST. ENZO REINA - SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
PAST. ENZO REINA - SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

Questa armonia sempre fragile, è oggi minacciata in modi nuovi. La crescita economica che l’Indonesia ha registrato nelle recenti decadi è stata costruita su un sistema competitivo nella sostanza, in netto contrasto con la collaborazione del gotong royong.

 

La corruzione si manifesta in varie forme; colpisce la politica e il mondo degli affari, spesso con conseguenze devastanti per l’ambiente; mina la giustizia e l’applicazione della legge.

 

Troppo spesso coloro che devono promuovere la giustizia e proteggere i deboli, agiscono in modo contrario; di conseguenza, si allarga il divario tra ricchi e poveri, e così un paese ricco di risorse, soffre lo scandalo di avere molta popolazione che vive in povertà.

 

Come recita un detto tradizionale indonesiano: “Un topo muore di fame in un fienile colmo di riso”. Allo stesso tempo, alcuni particolari gruppi etnici o religiosi sono spesso associati alla ricchezza in modi che hanno sovente alimentato tensioni. La radicalizzazione scava un solco che allontana le comunità ed è esasperata dal cattivo utilizzo dei social media che demonizza alcune comunità in particolare.


SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

In tale contesto le comunità cristiane diventano consapevoli della loro unità quando convergono in una comune attenzione e una comune risposta ad una realtà di ingiustizia. Nel contempo, a fronte di queste ingiustizie siamo obbligati, come cristiani, ad esaminare i modi in cui possiamo essere stati coinvolti in queste forme di ingiustizia. Solo ascoltando la preghiera di Gesù “che tutti siano una cosa sola” (Gv 17, 21) possiamo testimoniare di vivere l’unità nella diversità. È attraverso la nostra unità in Cristo che saremo in grado di combattere l’ingiustizia e di offrire quanto necessario alle sue vittime.

 

SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6

( 2 )

 

Assenti per malattia sia l’arcivescovo Salvatore Gristina, sia il capitano dell’esercito della salvezza Dario Grappone.

Assente per motivi familiari: Milena Plumari ( focolari ) .

 

Rappresentanti istituzionali presenti:

 

- Don Nunzio Capizzi: Diocesi di Catania;

- Anna Ciminello: chiesa avventista;

- Don Antonio De Maria:una parrocchia;

- Jennifer Smith ( Chiesa anglicana );

- Silvia Rapisarda ( chiesa battista, via Capuana & Chiesa valdese );

- Padre Lobato Mupupuho: comunità S. Egidio;

- Padre Sergei Dimidow: chiesa ortodossa Patriacarcato di Mosca;

- Padre Mihai Ichim: chiesa ortodossa di rito rumeno;

- Sperber Jutta: chiesa luterana;

- Virginia: movimento dei focolari;

- Giuseppe Florio: movimento pax Christi;

- Enrico Di Mauro: esercito della salavezza.

 

SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6
SPUC-21 GEN 2019 - PRESSO CH BATTISTA CATANIA V CASTAGNOLA 6