TEMPIO CHIESA VALDESE DI PALERMO VIA SPEZIO 43

 

Tempio della chiesa valdese di Palermo via Spezio 43. Costruito tra il 1925 – 1927. Architetto Emilio Decker. Impresa edile Paolo Bonci e Emanuele Rutelli
Tempio della chiesa valdese di Palermo via Spezio 43. Costruito tra il 1925 – 1927. Architetto Emilio Decker. Impresa edile Paolo Bonci e Emanuele Rutelli

Dopo l'unificazione d'Italia nel 1861, i Valdesi iniziarono ad espandersi in tutta la nazione, arrivando anche in Sicilia ed a Palermo al seguito di Garibaldi. Ma passeranno alcuni anni per vedere consolidata la presenza di questa minoranza evangelica in città.

Tra il 1925 e il 1927 venne costruita in via Spezio, l'importante Tempio della Chiesa Evangelica Valdese di Palermo. Il progetto venne redatto dall’architetto Emilio Decker mentre l'immobile fu realizzato dall’impresa edile degli architettii Paolo Bonci e Emanuele Rutelli. L'inaugurazione avvenne il 15 maggio 1927, presente il Moderatore protempore Bartolomeo Lèger.

 

Il Tempio valdese palermitano è un grande immobile che oltre alla Chiesa comprende l'alloggio del Pastore, degli uffici e delle aule per la scuola valdese (utilizzate fino all'apertura dell'Istituto Valdese alla Noce) ed anche un ampio salone con palcoscenico adibito a teatro. L'ingresso alla Chiesa avviene da un cancello in ferro che immette ad uno spiazzo si cui svetta l'articolata facciata.

 

In stile neo-gotico, il prospetto anteriore presenta un portico a tre arcate ogivali
In stile neo-gotico, il prospetto anteriore presenta un portico a tre arcate ogivali

Il progettista, arch. Decker, nel disegnare la facciata si ispirò alla quatttrocentesca chiesa di Santa Maria della Catena sul Cassaro.

 

In stile neo-gotico, il prospetto anteriore presenta un portico a tre arcate ogivali che richiama anche il  portico catalano della Cattedrale, ed è fiancheggiato da due torri- pilastro scanalate da figure geometriche e ogivali che si concludono con un aggetto d'attico a traforo.

 


Chiesa valdese di Palermo via Spezio. Il portico è fiancheggiato da due torri- pilastro scanalate da figure geometriche e ogivali che si concludono con un aggetto d'attico a traforo.
Chiesa valdese di Palermo via Spezio. Il portico è fiancheggiato da due torri- pilastro scanalate da figure geometriche e ogivali che si concludono con un aggetto d'attico a traforo.

 

Soprastante il portico, l'elegante cornice fregiata è interrotta da un riquadro al cui centro vi è un tondo mosaicato con lo stemma della Chiesa Evangelica Valdese, un candeliere acceso poggiato sulla Bibbia con il motto "Lux Lucet in Tenebris" in riferimento al Vangelo di Giovanni, dove Gesù è detto "luce che risplende nelle tenebre", mentre le sette stelle che coronano la fiamma si riferiscono all’immagine presente nell’Apocalisse, dove il Cristo in gloria tiene in mano sette stelle che rappresentano le sette chiese in Asia che hanno sofferto la persecuzione.

In sintesi, il simbolo rappresenta la volontà dei Valdesi ad affidarsi al Vangelo e di essere in comunione con Cristo.

Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Nella parte superiore della facciata lo stemma della “chiesa Evangelica valdese”.
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Nella parte superiore della facciata lo stemma della “chiesa Evangelica valdese”.

 

Oltrepassato il portico, si accede all'interno della Chiesa che si mostra ad unica navata.

Lo spazio interno è scansionato da grandi archi a sesto ribassato che incorniciano la volta, ripartita da travi e dipinta di colore azzurro lapislazzulo con stelle dorate come la volta celeste.

Lateralmente, lungo le pareti si trovano delle grandi finestre ogivali chiuse da vetrate colorate ed istoriate. Le vetrate originali, forse attribuite all'artista e decoratore Paolo Paschetto (1885-1963), famoso anche perché autore dello stemma della Repubblica Italiana, andarono distrutte assieme alla scalinata d’ingresso durante un bombardamento aereo nel 1943.

 

Chiesa valdese di Palermo v Spezio. L’interno si mostra ad unica navata o ad aula ( detta comunemente anche ad autobus ).
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. L’interno si mostra ad unica navata o ad aula ( detta comunemente anche ad autobus ).

 

Le vetrate attualmente presenti, hanno una chiara simbologia cristiana riferibile alle Sacre Scritture, sottolineate ognuna da un versetto biblico in un riquadro circondato da decorazioni floreali.

 

Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Una delle vetrate.
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Una delle vetrate.

 

Sono raffigurati: un'ancora che rappresenta la speranza, il monogramma cristiano dentro una corona d'alloro che rappresenta la santità di Cristo, un mazzo di gigli che rappresenta la purezza, una vite ricca di foglie e d'uva che rappresenta il Regno dei Cieli, una colomba col ramoscello d'ulivo che rappresenta lo Spirito Santo, una ramo di palma che rappresenta il martirio e la vittoria degli umili sui persecutori.

 

Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Vetrata nella quals viene ripresa un’ancora che rappresenta la speranza.
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Vetrata nella quals viene ripresa un’ancora che rappresenta la speranza.
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Vetrata nella quale viene ripreso il monogramma cristiano ( lettere chi e ro sovrapposte ) dentro una corona d'alloro che rappresenta la santità di Cristo.
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Vetrata nella quale viene ripreso il monogramma cristiano ( lettere chi e ro sovrapposte ) dentro una corona d'alloro che rappresenta la santità di Cristo.
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Vetrata che presenta una colomba ( simbolo dello Spirito Santo ) col ramoscello d'ulivo.
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Vetrata che presenta una colomba ( simbolo dello Spirito Santo ) col ramoscello d'ulivo.
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Vetrata che presenta un ramo di palma che ( simbolo del martirio e della vittoria degli umili sui persecutori ).
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. Vetrata che presenta un ramo di palma che ( simbolo del martirio e della vittoria degli umili sui persecutori ).

 

In fondo alla sala del tempio si trova l'area absidale che contiene l'imponente pulpito ligneo, elemento tipico delle chiese protestanti poiché raffigura la centralità della parola e della predicazione; da lì il pastore o il predicatore laico annuncia alla chiesa riunita la Parola a partire dalla lettura della Bibbia.

 

 

Chiesa valdese di Palermo v Spezio. L'area absidale contiene l'imponente pulpito ligneo, elemento tipico delle chiese protestanti poiché raffigura la centralità della parola e della predicazione;
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. L'area absidale contiene l'imponente pulpito ligneo, elemento tipico delle chiese protestanti poiché raffigura la centralità della parola e della predicazione;

 

Sul lato destro del pulpito, si trova un piccolo fonte battesimale mentre davanti al pulpito, sul tavolo della mensa eucaristica è posta aperta una antica Bibbia del 1875 a rappresentare l'accessibilità per tutti alla parola di Dio.

Al di sopra dell'ingresso, si trova la cantoria dove è alloggiato un organo a canne in legno con intarsi ornamentali in stile gotico di inizio novecento, acquistato mediante le offerte di alcuni fedeli statunitensi.

 

Chiesa valdese di Palermo v Spezio. organo a canne in legno con intarsi ornamentali in stile gotico di inizio novecento
Chiesa valdese di Palermo v Spezio. organo a canne in legno con intarsi ornamentali in stile gotico di inizio novecento

 

Fonti:

 

http://www.viviapalermo.com/a57_chiesa-evangelica-valdese.html

 

Sito chiesa valdese di Palermo

 

 

 

 

 

 

 

( 2016 – 11 – 21 )